Add’jì ca stanne i cambéne, stanne i putténe

Add’jì ca stanne i cambéne, stanne i putténe.

Dove stanne le campane, stanno (anche) le puttane
Qualcuno ha aggiunto una variante:
Decètte ‘a vècchje abbascia-mére: «Add’jì ca stanne i cambéne, stanne i putténe» = Disse la vecchia giù alla marina: “Dove stanno le campane, là ci sono le prostitute.”

Questo antico proverbio non vuole  proprio indicare il campanile quale ricettacolo di prostitute, perché il significato va inteso ovviamente in senso figurato.

Infatti il Detto vuole sottolineare quello che la vita ci mostra ogni giorno. All’interno di qualsiasi comunità, si può trovare il bene e il male. In essa c’è tanta brava gente, ma inevitabilmente anche qualche cattivo soggetto.

In italiano esiste un Adagio che recita: “ogni mondo è paese” per dire che le stesse cose tipiche della natura umana, virtù e nefandezze si trovano dovunque.

Vogliamo elencarle? Laboriosità, onestà, moralità, talento, moderazione, ecc.,   Ma anche: spirito di sopraffazione, ingordigia di denaro, scaltrezza, meschinità,  spregiudicatezza nelle trattative sempre a discapito altri, codardia, egoismo, venalità, ecc. ecc.

Coraggio!…. “Io, speriamo che me la cavo” (cit. Marcello D’Orta, 1992)

Filed under: Proverbi e Detti

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

otto − 1 =