Categoria: Senza categoria

Chi ce jàveze prüme, ce vèste

Chi ce jàveze prüme ce vèste = Chi si alza per primo si veste.

Purtroppo accadeva, ai tempi della grande crisi economica a cavallo delle due Guerre mondiali, che non tutti i numerosi figli avessero di che vestirsi.

Colui che al mattino si levava prima degli altri sceglieva tra i poveri abiti dei fratelli quello da indossare. In questo modo qualcuno era costretto a rimanere in casa per mancanza di indumenti..

Esiste una variante più circoscritta ad una specifica famiglia:

«A chése de Azzaröne, chi ce jàveze prüme ce vestöve» = A casa Azzarone, chi si alzava prima si vestiva.

L’amico Domenico dà una sua testimonianza riferita agli anni 1945/1950:
«Ce jèmme a còleche p’i rrobbe ‘ngudde, se no quanne ce respegghjamme nen l’avrìmme truéte…» ossia: ci andavamo a coricare con gli indumenti addosso, altrimenti al risveglio non li avremmo trovati.»

Metaforicamente il Detto si trasferisce in altri ambiti (domestici, lavorativi, politici, amministrativi): chi ce jàveze prüme cummanne = Chi si alza per primo comanda. Ossia non si osserva alcuna norma. o non si rispetta alcuna gerarchia.
Insomma il caos.

Filed under: Senza categoria