Mucciacöne

Mucciacöne s.m. = Rimpiattino

Gioco di ragazzi, detto anche nascondino, in cui uno a turno deve cercare i compagni che si sono nascosti.

Un bimbo viene sorteggiato dalla “conta”, ed è destinato a cercare i compagni. Egli si pone davanti al muro – che è la base operativa – e conta da 1 a 51. In questo lasso di tempo i suoi compagni si dileguano e si nascondono. Quando il “cercatore” si muove alla ricerca dei compagni lasca la base sguarnita.
Allora gli amici nascosti, uno alla volta, corrono verso di essa, toccano la parete e dicono: “Cinquantuno!” In questo modo sono salvi. Il primo che viene intravisto dal cercatore passerà di ruolo, da “braccato” a “cacciatore”.

A Monte Sant’Angelo è chiamato mucciajatte = Nascondi gatto. Il  che mi fa pensare che in origine, con pronuncia foggiana, poteva anche essere nascondi-cane, muccia-cüne….Da qui è facile cambiare la desinenza…

Il gioco del nascondino era conosciuto anche come mucciatòrje, termine ormai in disuso, e anche come “Cinquantuno trombone”. Perché trombone? Mistero….

Filed under: MTagged with:

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

4 × 2 =