Nzìcche-nanà…

Nzìcche-nanà, nzìcche-nanà, m’é ‘ccattéte ‘na püpe de pèzze, e quanne camüne sèmbe ce spèzze.

Ho acquistato una bambola di pezza, e quando cammina sempre si spezza.

Nzìcche-nanà, nzìcche-nanà, è un non-sense  ritmico.

Una filastrocca che si recita alle bambine piccolissime, reggendo la sua bambolina con le gambe e facendola alternativamente inchinare ed alzare con il busto, come se compisse una riverenza, a ritmo della cantilena.

In questo modo la bambola si muoveva e si animava, lasciando meravigliata e incantata la creaturina, che chiedeva il bis: ‘n’ata vòte = un’altra volta!

Si canticchiava quando si voleva canzonare qualche amico che si avvicinava al gruppo con andatura incerta.

Filed under: Proverbi e Detti

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

13 − sei =