Latùrne

Latùrne  ( o Latùnes.m. = Lagna,  petulanza, lamentela, mugugno

Lamento prolungato e fastidioso proprio delle prefiche, donne che dietro compenso, nel mondo antico (Egitto, Grecia, Roma) venivano ingaggiate per piangere su di un cadavere.

Accettabile anche nelle forme latune e talurne.

Uh, e chi jì ‘stu laturne! = Uh, e cos’è questa lagna!

Per estensione dicesi laturne anche un discorso ripetitivo, irritante, tedioso, lungo e insopportabile.

Mo’ ccumènze pe ‘stu laturne! = Ora comincia con questo piagnisteo!

Nota fonetica: la ù va pronunciata lunga, come se fosse la contrazione del dittongo  = uu 

Figuratamente è una persona lamentosa, noiosa, fastidiosa.

Uaglió, ma sì proprje ‘nu laturne = Ragazzo, ma sei proprio una lagna!

Ipotesi sulla origine del nome.

a) probabile derivazione per assonanza dal vocabolo italiano paturna (o paturnia) che significa malinconia, mestizia, disappunto o anche stizza, dal latino Pati = sofferenza (patire, patema, patetico)

b) Siccome nella  Puglia salentina è pronunciata “latuèrnu” probabilmente deriva da “ratuèrnu “ = ritorno, perché descriveva il pianto delle donne pagate per piangere ai funerali.

Nella Puglia piana e in Basilicata detta latuorne proprio nel significato di piagnisteo, lamentela, suono noioso, seccatura  

Nel napoletano per metatesi linguistica, dicesi  taluorno, Proverbio campano  “Ogne gghiuorno è taluorno”

Facilmente deriva dal latino latratum.

Filed under: LTagged with:

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

sette + 15 =