Pòlve-cìprje

Pòlve-cìprje s.f. = Talco s.m.

Qualcuno asserisce che si diceva pùm-cìprjepombe-cìpre o pomme-cìprje= Pompa di cipria, ricordando il barattolino di latta della Roberts per il suo Borotalco.

Io ricordo che mia madre lo chiamava “ ‘a pòlve-cìprje” = Polvere di cipria

A me sembra più attendibile quest’ultima dicitura..

Ora tutti chiamano il prodotto “Borotalco” anche se si tratta di altre marche.

Il talco si comprava a buste (verdi come quelle di oggi), e veniva travasato in una scodellina di celluloide (non era stata inventata la plastica). Un grazioso e bianco piumino di lana di agnello, munito di occhiello di osso per sollevarlo, serviva ad aspergere la sottilissima polvere bianca sotto le ascelle e fra i prosperosi seni delle donne di una volta.

Forse non si trattava di prodotti di gran qualità ma certamente il profumo di quel talco è rimasto uno dei più bei ricordi della nostra infanzia.

Fortunatamente questo prodotto si trova identico ancora in commercio dopo oltre cento anni dal’inizio della sua distribuzione, e trova sempre i suoi estimatori.

Filed under: PTagged with:

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

quattordici + 15 =