Chédö-chédöje…

Chédö-chédöje… loc.id. =  Ma è scontato! Ma è evidente!

È una sintetica espressione che spiega l’assoluta evidenza di un evento, del tutto scontato, lapalissiano.
Un nostro Detto parla esplicitamente di una scusa ipotetica, di un motivo pretestuoso: chédö-chédöje ca ‘u baccalà jì saléte.

Uso le parole dell’amico Enzo Renato che spiega la storia del baccalà salato:
« Tanto si sa che e’ così….Prima che te ne vieni a quella conclusione e/o rinfacciarmelo. E certo che è salato! Che scoperta!»

Può anche manifestare la mancanza di volontà di intrufolarsi negli affari altrui. Parola d’ordine: rispetto di ogni “privacy” e nessun fraintendimento delle proprie intenzioni. Che non pensino che…
Nen so jüte a truàrle, angöre chedö-chedöje avessa cröde ca vogghje scanagghjé i fatte süje. = Non ci sono andato a fargli visita, per evitare che creda che io ci sia andato per sapere i fatti suoi.

Anche la parlata garganica accoglie questa locuzione con pronuncia diversa: chedè-chedèje.

Si potrebbe tradurre: ‘che è, che non è’…ma credetemi, sento più immediata l’espressione dialettale.

Chedè/chedèje/chedöje sarebbe “che è” con una “d” eufonica come in “ad, ed”, o come il “t” francese nei verbi in forma interrogativa alla terza persona que reste-t-il? [che rimane?]. Quindi dovrebbe portare la grafia che-d-è, ma non voglio essere così

Filed under: CTagged with:

1 Comment

  1. Antonio Giordano  ha così commentato:
    «Nello spiegarmelo mia nonna lo faceva risalire alla forma italiana “non sia mai detto che…” e a rafforzare questa sua espressione utilizzava anche un proverbio da cui pare è stata tratto e sintetizzato questo modo di dire:
    “chedö chedöje ca u baccalà je salèt” –> non sia mai detto che il baccalà è salato»
    era un proverbio che indicava una cosa che è sempre vera e anche alquanto scontata (come il fatto che il baccalà è salato)»


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

6 + 4 =