Ndröje, sètte pólece ‘ngüle tenöve

 Ndröje, sètte pólece ‘ngüle tenöve

‘Ndröje.. Ndröje.. Ndröje..
sètte pólece ‘ngüle tenöve
jùne assöve e jùne trasöve,
‘u cüle de Ndröje ce frezzecöve.

Andrea, Andrea, Andrea,
sette pulci in culo aveva
una usciva, una (altra) entrava
tanto che il culo di Andrea si dimenava.

Povero Andrea! Qui è sfottuto per il suo evidente stato di sozzura che gli ha procurato l’annidarsi addirittura di sette pulci nel sedere. Nel loro andirivieni nell’orifizio anale procuravano tale intenso pizzicorio da costringere a il deretano ad agitarsi convulsamente.

Ringrazio Michele Murgo per avermi inviato questo simpativo sfottò che ho appena elaborato.

Filed under: Sfottò

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

diciassette − 11 =