A strigghjé ‘a chépe au ciócce ce pèrde tjimbe, acque e sapóne

A strigghjé ‘a chépe au ciócce ce pèrde tjimbe, acque e sapóne

A lavar la testa all’asino, si perde tempo, acqua e sapone.

Povero ciuchino, lo fanno passare per un maiale sozzone.

Il proverbio mette in guardia dall’iniziare un’impresa tanto ardua quanto inutile.

Si cita anche quando tutti gli sforzi profusi per insegnare qualcosa ad un alunno o ad un aprendista artigiano non hanno sortito alcun risultato apprezzabile.

Il maestro, con la sottolineatura di un simpatico scappellotto, citava il proverbio con l’intento di educare e formare il discepolo, che però ne usciva demoralizzato!

Non era proprio il metodo didattico alla Montessori, ma era accettato e incoraggiato dagli stessi genitori dell’allievo.

Ora se un/una insegnante si permette di rimproverare solo verbalmente un allievo per lo scarso profitto, viene aggredito proprio fisicamente dai genitori dello studente negligente. È purtroppo cronaca quotidiana.

Filed under: Proverbi e Detti

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

18 + diciassette =