L’àsene ammjizz’i sùne

L’àsene ammjizz’i sùne.

L’asino in mezzo agli orchestrali.

Sensazione di chi, trovandosi in un ambiente diverso da quello abituale, prova disagio e si sente smarrito, imbarazzato, spaesato, intruso e sim.

Fé la fjüre de l’àsene ammjizze ‘i sune = Fare la fiigura dell’asino in mezzo ai professori. Figuraccia assicurata.

L’asino si traduce generalmente ciócce, ciucciarjille. Ma qui, facendo una citazione “dotta”, si usa appositamente una voce simil-italiana.

I suoni erano detti i bravi suonatori che si esprimevano con talento, cuore, passione, senza titoli accademici, ma con la modesta tecnica imparata da un insegnante privato di musica, anch’egli senza alcun diploma di Conservatorio ma con tanto ingegno, e genialità artistica.

Filed under: Proverbi e Detti

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

5 + dodici =