Mešküne

Mešküne  sopr. = Meschino

Forse è una deformazione del titolo del famoso romanzo popolare “Guerin Meschino”.

Era il nomignolo del titolare di un’altra nota cantina (oltre alle già citate cantine di Ciumarjille, Nzaléte, Menjille e Pachjireche).

Ricordo La targa di latta dipinta di verde incernierata ad un’asta di ferro come uno stendardo che il vento faceva cigolare, con le fatidiche lettere V.D.V. Qualche altro vinaio faceva dipingere sul solito campo verde dell’insegna anche un Pulcinella a figura intera.

Avevo cominciato la prima elementare, e non riuscivo a capire che caspita volessero dire, e sopratutto come accidenti si dovessero leggere quelle fatidiche tre lettere vdv (udu, udv?).

Le lettere di “Cinema Pesante”, “Farmacia Murgo”, “Foto-ottica”, le leggevo bene. Ma quell’accidente di trittico VDV non mi lasciava riposare.

Mi ha svelato il mistero mio padre, cui finalmente decisi di rivolgermi. Significava semplicemente VENDITA DI VINO.

Fate una ricerca per vedere se a Manfredonia esistono ancora queste insegne. Forse non esistono più nemmeno le cantine: ora beviamo tutti il vino già imbottigliato dalle Cantine Sociali…

Filed under: Soprannomi

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

16 − 7 =