Nzìcchete-nzìcchete

Nzìcchete-nzìcchete avv. = Inaspettatamente.

Usato nella locuzione ‘Nzìcchete-nzìcchete = Improvvisamente.

Mi sembra un suono, onomatopeico, di  pronuncia veloce, simile a zàcchete(*) così come rapido e improvviso è il suo enunciato.

E tóje, mo’ te ne vine nzìcchete-nzìcchete, e me vine a fé ‘pròpete a mme ‘stu sorte de presendatàrme = E tu ora, te ne vieni tutto d’un tratto e mi vieni a fare questo grande rimprovero.

Stèmme tanda bèlle mangiànne, quanne nzìcchete-nzìcchete, Giuanne c’jì misse a chjange! = Stavamo così bene a mangiare, quando tutto d’un tratto, inaspettatamente, Giovanni si è messo a piangere.

Sinonimo: tutte ‘na vòlte = tutto d’un tratto, inaspettatamente.

(*) Zàcchete. Voce onomatopeica che esprime, come za e zac, un colpo o taglio rapido:(dall’enciclopedia Treccani on line)

Filed under: NTagged with:

1 Comment

  1. Io ricordo la variante più in uso, ovvero il termine “Nzicchète e nzàcchete” per definire una cosa sciocca ed inopportuna….


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

5 + 18 =