Quànne ‘u vüne stéje a la mènde, la mènde stéje a lu cüle

Quànne ‘u vüne stéje a la mènde, la mènde stéje a lu cüle

Quando il vino sta al posto del cervello, il cervello sta al posto del culo.

Sembra un’espressione matematica! vino : mente = mente : culo.

Questo proverbio vuole definire gli ubriaconi che vogliono mettersi a ragionare con i sobri.

Accüme ce féje a raggiuné pe ‘nu ‘mbriéche? = Come si fa a ragionare con un ubriaco?

Diciamola in linguaggio corrente:

Se la mente è obnubilata dai fumi del vino, le idee concepite in quella condizione sono della stessa sostanza emessa dal culo.

Chiedo scusa per due cose:
1) la volgarità dell’enunciato… Che voleter fare? Il proverbio è questo!;
2) la voce del verbo obnubilare: ottundere temporaneamente le facoltà psichiche, la lucidità mentale. Potevo scrivere appannata, ma da quando l’ho sentita dire dal mio medico, non riesco a cancellarla dalla mia mente…Che sia andata a finire anch’essa nel posto che sappiamo???

Filed under: Proverbi e Detti

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

17 − 1 =