Javezé ‘na pröte da ‘ndèrre

Javezé ‘na pröte da ‘ndèrre loc.id. = Beneficare, 

Significato letterale: alzare una pietra da terra.

Mi ricordo la scena finale del film “Schindler list”, quando gli Ebrei scampati ai campi di sterminio, sollevavano una pietra da terra e la posavano sulla tomba di Schindler. Un bel gesto di riconoscenza che dimostrava che costrui era stato un “uomo giusto”, che in linguaggio semitico equivale a “santo”.

Il significato metaforico è molto più nobile. In questo caso sollevare una pietra significa fare un’opera di bene, consistente, sacrificandosi in propio in maniera sostanziosa per “sollevare” qlcu da una situazione critica.

Se vogliamo fare qualche esempio basta ricordare l’elenco delle opere di misericordia della dottrina cristiana:
dare da mangiare agli affamati, vestire gli ingnudi, visitare gli infermi, consolare gli afflitti, ecc.

Ecco l’esempio suggerito da Enzo Renato: Javezé ‘na pröte da ‘ndèrre. Si dice dello sposare una donna povera, senza niente.

Mia nonna diceva che “si devono sposare le carni, non i panni”. Ossia si deve sposare la “persona” per le sue doti morali, e non per i suoi beni materiali.

Filed under: JTagged with:

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

tredici + venti =