Jüne “stàtte”, e l’ate “nen me möve”

Jüne “stàtte”, e l’ate “nen me möve”

Uno è “stai”, e l’altro è “non mi muovo”

Questo detto è riferito a persone pigre o di scarsa iniziativa.

Se in una situazione di emergenza qlcn ha bisogno dell’aiuto immediato da parte degli astanti, può succedere che questi rimangano immobili, pur rendendosi conto delle difficolta oggettive di costui.

Indifferenza, pigrizia, e abulia bizantinesche.

Grazie a Carmela per il suggerimento

Filed under: Proverbi e Detti

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

5 × 1 =