Löte

Löte s.f. = Fango, limo, melma, mota

Terra inzuppata di acqua di aspetto molliccio, o semiliquido. Fanghiglia appiccicosa e limacciosa.

Deriva direttamente dal latino “luta” a sua volta plurale di “lutum” = fango.

I nostri progenitori usavano dire lutum anche il senso figurato per dire “stronzo” a qlcu,
come compare su scritte rinvenute nel lupanare dell’antica Pompei (sei bellissima, ma dentro sei fango).

Era comune, durante le piogge, inzaccherarsi anche in città, perché fino agli anni ’50 le strade asfaltate o lastricate erano pochissime (Via Maddalena, Corso Manfredi, Corso Roma e Via Tribuna, l’asfàlde per antonomasia. Quasi tutte le altre diventavano come un acquitrino pieno di fanghiglia (‘i stréte chjöne de cutüne = le strade piene di pozzanghere).

Stójete ‘a löte da ‘mbàcce i scarpe quànne strése! = Asciugati la melma dalle scarpe quando entri (in casa, altrimenti mi inzaccheri anche il pavimento)!

Filed under: LTagged with:

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

9 + quattro =