Nése de chéne e cüle de fèmene sò sèmbe frìdde

Nése de chéne e cüle de fèmene sò sèmbe frìdde

Naso di cane e culo di femmina sono sempre freddi.

Lo stesso proverbio è diffuso anche in Basilicata. È una constatazione di fatto di un fenomeno fisico.

Toccate e verificate! Ma state attenti: il cane e la femmina potrebbero reagire malissimo!

Mi viene a mente un’antica storiella a proposito di culo femminile freddo.

Un buon cristiano andò a confessarsi da un frate, lamentandosi della moglie che lo faceva imprecare e innervosire sempre, per le ragioni più impensate e varie.

Tutt’i söre, jìnd’u ljitte, ce appresènde pe ‘stu cülacchjöne frìdde frìdde e ce azzècche ‘mbàcce a me! Me fé venì ‘i njirve! Che pòzze fé? = Tutte le sere, dentro il letto, si accosta a me con il suo deretano freddo! Mi fa innervosire! Che posso fare?

Il paziente frate gli rispose serafico:
Quèdde jì la gràsce! Vïde a mè, ca nen tènghe né cüle frìdde e né cüle càvete ca ce azzècche a me! = È l’abbondanza che ti fa lamentare! Guarda me che non ho né culo freddo e nemmeno culo caldo che si accosta a me e di cui possa lagnarmi!

Filed under: Proverbi e Detti

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

uno × due =