Röta-röte ‘i munacèlle

Röta-röte ‘i munacèlle gioco infantile

È un gioco fanciullesco, di solito praticato dalle femminucce, molto semplice, una specie di girotondo.

Tutti le bimbe ruotavano in cerchio tenendosi per mano, e, invece del solito “Giro girotondo…tutti giù per terra”, cantavano:

Röta-röte ‘i munacèlle.
‘i munacèlle pazziöse,
röta-röte Ginetta,’a pàcce!

Facciamo la ruota (del girotondo) come le monachine,
le monachine scherzose (o pazzerelle, a scelta)
ruota su se stessa Ginetta, la pazza…

Il cerchio si fermava e la bimba chiamata in causa, la Ginetta, lasciava le mani alle sue compagne e faceva un rapido dietro-front. Poi si riformava il cerchio, e nel riprendere le mani delle sue amichette, costei si trovava ovviamente a guardare l’esterno del girotondo.

E così via, si riprendeva la cantilena del ritornello nominando ad ogni giro le varie bimbe “pazze” (Nardèlle, Sipònda, Rosètte, Mattüje, Frangèsche, ecc….) fino al completamento del girotondo diciamo “a rovescio!”.

Essendo un gioco praticato solo da femminucce, non riesco a ricordare come si concludeva…..
Chiedo la collaborazione delle lettrici che hanno giocato da bimbette a questo trastullo, lungo e divertente. Grazie!

PS – Mi hanno suggerito il finale del gioco!
Quando tutti le partecipanti al girotondo si trovavano di spalle, stringevano il cerchio e spingevano ritmicamente il bacino all’indieto e sbattendo ognuna le proprie natiche contro quelle del bimba opposta a sé, e pronunciando a tempo e ripetutamente: “Cüle-e-ccüle!, Cüle-e-ccüle!”
Dopo si scioglieva il girotondo e si cominciava un altro gioco.

Filed under: Proverbi e Detti

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

7 + nove =