Ruvetéle

Ruvetéle s.m. = Roveto, fratta

Il rovo è un arbusto perenne della famiglia delle Rosacee (Rubus ulmifolius), cui appartengono numerose specie, comunissimo in tutto il bacino del Mediterraneo.
È costituito da una grossa ceppaia, da cui si dipartono numerosissimi fusti sottili, ricoperti da moltissime piccole spine arcuate.

L’intrico spinoso dei suoi rami è chiamato ruvutéle revutéle o revetéle = roveto.  Veniva messo a dimora per delimitare i confini dei campi coltivati allo scopo di farne barriere, come siepi impenetrabili. 

Dal rovo nascono le more, ‘i marìcule, chiamate così, oltre che  nella zona garganica, anche in Basilicata, Abruzzo e Molise

Un mio amico di Ortona ripeteva un detto Abruzzese che più o meno recitava così:
Le marìcule delle frjétte (fratte, rovi, cespugli)
tanne so’ bbone, quanne so’ fìétte  (fatte, mature).
Quanne ammmatùrene l’uve e le fichi
vaffancule tu e le maricule delle frjétte!  🙂

Filed under: RTagged with:

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

5 + diciotto =