Varevjìre, varevjìre, quanta vàrve ha fatte ajìre?

Varevjìre, varevjìre, quanta vàrve ha fatte ajìre?

Al barbiere

– “Varevjìre, varevjìre,
quanta vàrve ha fatte ajìre?”

-“N’agghje fàtte dicjassètte:
màmete e pàtete ind’a sacchètte”

(oppure N’agghje fàtte vinditrè: jüne, düje e ttrè).

– Barbiere, barbiere, quante barbe ha raso ieri?

– Ne ho rase diciassette:
tua madre e tuo padre nel sacchetto. (oppure ne ho rase ventitre: uno, due e tre)

Qui si tenta di canzonare il barbiere, che invece si rivela prontissimo nella risposta.

È un po’ fanciullesco come sfottò, ma facile da imparare.

Filed under: Sfottò

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

16 − tre =