Amma accucchjéte na bella famigghje

A Bella famiglia

Àmme accucchjéte ‘na bèlla famìgghje: ‘a jatte , ‘u chéne e lu cunìgghje

È un motivetto che si canta quando ci si imbatte un gruppo di soggetti male assortito, tipo:
-il bello, il brutto e il cattivo, o
-il lungo, il corto e il paccioccone, o
‘u zuppe,’u sórde e’u cechéte,oppure
‘u meccüse, ‘u tignüse, u rugnüse, o altre personaggi del genere.

È un nonsense dove il coniglio compare solo per amore di rima con famiglia

Uno sfottò bello e buono che viene talvolta, quando c’è intelligenza e quindi forte senso di autocritica, rivolto a se stessi quando ci si ritrova assieme ad altri soggetti un po’ traballanti sia come aspetto, sia come moralità, sia come quoziente intellettivo, ecc.

L’aria, stile quadriglia, tempo 6/8, è la stessa di la fatüje ce chjéme checòzze, a me ne me ‘ngòzze.(clicca)

Grazie come sempre al dott. Enzo Renato, inesauribile e prezioso suggeritore di termini per questa rubrica.

Filed under: Sfottò

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

3 − 2 =