Mètte ‘u pèsce mocca alla jatte

Mètte ‘u pèsce mocca alla jatte

Mettere il pesce in bocca alla gatta.

Questo simpatico proverbio ci ammonisce di non agire troppo ingenuamente, di non offrire il fianco agli altri che potrebbero colpirti o criticarti. Ovviamente si tratta di linguaggio figurato.

Parlando sempre figuratamente, se metto un pesce in bocca alla gatta non posso certo attendermi che lo sputi fuori. Quella se lo mangia senza indugi perché ne è ghiotta.

Se lascio un’automobile con la chiave nel cruscotto e lo sportello aperto, invito un malintenzionato a farmela rubare.

Se lascio il fornello del gas acceso e me ne vado in un’altra stanza, devo aspettarmi un disastro.

Se in spiaggia mi metto al sole senza protezione vedrò alzarsi le bolle sulla pelle.

Se esco a torso nudo in pieno inverno mi buscherò una polmonite.

I nostri nonni si guardavano bene di lasciare soli in casa i nostri giovani genitori durante il periodo del loro fidanzamento, proprio per evitare sorprese da lì a pochi mesi!

Insomma la prudenza non è mai troppa.

Se non usiamo la prudenza qualcuno potrebbe agire secondo una sua logica non secondo le nostre attese.

Filed under: Proverbi e Detti

2 Comments

  1. C’è un altro esempio classico: fornire indizi o comunque appigli che potrebbero far scoprire qualcosa che si deve tener nascosto.


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

diciotto − 16 =