Passe l’àngele e düce “Ammèn”

Passe l’àngele e düce “Ammèn”

Passa l’angelo e dice “Amen”

Questo Detto veniva pronunciato come monito.

Chi imitava i difetti fisici altrui (gli occhi storti, la zoppia, la balbuzie, etc.), veniva immediatamente redarguito: «se nen la fenìsce,  passe l’àngele e düce “Amen” = così sia»,  a significare che lo stesso male avrebbe colpito l’imitatore impertinente per mano dell’angelo giustiziere.

Grazie al lettore Sator per il suo suggerimento.

Filed under: Proverbi e Detti

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

cinque − tre =