Rezzeljé

Rezzeljé v.t. = rassettare

Qualcuno pronuncia anche arrezzeljé rezzegljé o rizziljé. Ritengo che queste “varianti” siano tollerabili.

Il verbo deriva dal latino  re+seditare = Rassettatura, riordino

Rimettere in ordine, sistemare qlco.: ordinare, pulire se stessi, o la casa o la bottega.

Raccogliere gli attrezzi usati in precedenza nell’eseguire una riparazione, un servizio.

Arrezzeljè i fjirre = Ordinare (rassettare, ricollocarli nella propria sede dopo l’utilizzo) gli arnesi del mestiere. Esiste per questo atto una locuzione simile: ammazzé i frajùle (←clicca).

Per estensione si usa rezzeljé nel significato di fare piazza pulita di tutte le vettovaglie presenti in tavola.

Mattöje sté sfunnéte,  hò rezzeljéte tutte cöse = Matteo è senza fondo: ha fatto piazza pulita.
Avüte rezzeljéte tutte cöse? = Avete trangugiato tutto?
‘N’ate döje seccetèlle so rumése: arrezeljàtele = Altre due seppioline sono remaste: terminatele.

Come rifl. (arrezzeljàrece) significa sistemarsi, agghindarsi.

Spostando l’accento sulla ‘ì’, da rezzeljé a rezzìlje cambia il significato, da verbo diventa sostantivo al femminile.
Fé ‘a rezzìlje fare le pulizie domestiche, dedicarsi al rassettamento, alla sistemazione degli attrezzi dopo l’esecuzione di un lavoro artigianale.

Filed under: RTagged with:

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

sette − sei =