Rócche-rócche

Rócche-rócche s.m. = Ciarlone, indiscreto

Persona che riferisce ad altri, arricchendolo a suo piacimento, qls fatto o o discorso cui ha assistito o di cui ha ascoltato la descrizione.

La ó va pronunciata stretta, quasi una u.
A Bari lo pronunciano con la “u” ossia rùcche-rucche ed ha lo stesso significato.

Sinonimo voccapjirte = bocca aperta.

Ne stéte a sènde a códdu rócche-rócche! = Non date ascolto a quel chiacchierone.

Al femminile si dice ciandèlle, voccapèrte, zingra-zingre, ecc.

Mi sembra il verso dei piccioni gruggrugru.

Filed under: RTagged with:

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment *
Name *
Email *
Website

14 − cinque =