Scolle

Scòlle s.f. = Cravatta

Il termine deriva dal latino “ex collum“, cioè, ciò che scende giù “dal collo”.(Ringrazio il prof. Michele Ciliberti  per questa preziosa precisazione)

Accessorio dell’abbigliamento maschile costituito da una striscia di stoffa colorata più larga a una delle due estremità, che viene annodata intorno al collo sul davanti allo scopo di nascondere la fila di bottoni della camicia, ritenuti antiestetici nel 1700.

Diminutivo scullüne s.m. (se preferite scriverlo in altro modo suggerisco scullïne)= Cravatta a farfalla, papillon.
Sinonimo cravattïne o cruattïne.

In origine era un fazzoletto da collo, ricamato o inamidato, usato per coprire la scollatura (da cui il nome “scolla” ripreso e tramandatoci dall’800) degli abiti maschili e femminili. Quindi, se vogliamo, il nostro termine scolle è più antico del settecentesco cravatte.

Infatti il sostantivo cravatte (usato ora al posto di scolle ) deriva dal francese cravate, derivante a sua volta dal termine croato hrvat, che vuol dire appunto “croato”. Infatti i cavalieri croati, assoldati da Luigi XIV, portavano al collo una sciarpa. In origine era apostrofata come “sciarpa croatta”, poi abbreviata in croatta e dunque in cravatta.

Filed under: STagged with:

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Comment *
Name *
Email *
Website

3 × uno =